Archivi per la categoria ‘Sui diritti’

Roberto Saviano ritorna ad Amici per la finale esponendo un tema importante, l’argomento è basato sulle donne. image

Questa volta Saviano racconta la storia di tre ragazze che sono state condannate perché una voleva cantare, l’altra voleva studiare e l’ultima voleva amare: Mutlu Kaya, Malala Yousafzai e Hina Saleem.

E per concludere Roberto Saviano saluta il pubblico con una frase della poetessa Wislawa Szymborska “Ascolta come mi batte forte il tuo cuore”.

Cliccate qui per vedere e ascoltare il video di Saviano ad Amici.

  • E voi cosa ne pensate?

Francesca.

https://youtube.com/devicesupport

Oggi la gente ti giudica,
per quale immagine hai.
Vede soltanto le maschere,
e non sa nemmeno chi sei.

Devi mostrarti invincibile,
collezionare trofei.
Ma quando piangi in silenzio,
scopri davvero chi sei.

Credo negli esseri umani.
Credo negli esseri umani.
Credo negli esseri umani
che hanno coraggio,
coraggio di essere umani

Credo negli esseri umani.
Credo negli esseri umani.
credo negli esseri umani
che hanno coraggio,
coraggio di essere umani.

Prendi la mano e rialzati,
tu puoi fidarti di me.
Io sono uno qualunque,
uno dei tanti, uguale a te.

Ma che splendore che sei,
nella tua fragilità.
E ti ricordo che non siamo soli
a combattere questa realtà.

Credo negli esseri umani.
Credo negli esseri umani.
Credo negli esseri umani che hanno coraggio,
coraggio di essere umani.

Credo negli esseri umani.
Credo negli esseri umani.
Credo negli esseri umani che hanno coraggio,
coraggio di essere umani.

Essere umani.

L’amore, amore, amore
ha vinto, vince, vincerà.
L’amore, amore, amore
ha vinto, vince, vincerà.

L’amore, amore, amore
ha vinto, vince, vincerà.
L’amore, amore, amore,
ha vinto, vince, vincerà.

Credo negli esseri umani.
Credo negli esseri umani.
Credo negli esseri umani che
hanno coraggio,
coraggio di essere umani.

Credo negli esseri umani.
Credo negli esseri umani.
Cedo negli esseri umani che hanno coraggio,
coraggio di essere umani.

Essere umani.
Essere umani.

La canzone ”Esseri Umani” di Marco Mengoni è una canzone  che ci fa pensare.

  1. Cosa vi suscita?
  2. Vi piace questa canzone?
  3. Quali emozione provate ascoltando questa canzone’
  4. Che significati ha secondo voi questa canzone?

Gloria

 

 

 

Bullismo

Il termine bullismo deriva dalla traduzione inglese “bullying” che sta a significare comportamenti molesti, in cui qualcuno dice o fa cose che vanno a sminuire un’altra persona.
Esistono diversi tipi di bullismo:
 -il bullismo fisico che é attuato con la violenza fisica quindi le vittime vengono picchiate, molestate sessualmente.
-il bullismo verbale é invece attuato attraverso la violenza verbale quindi insulti, minacce, offese, parolacce.
-bullismo psicologico, il bullo ignora la vittima o mette in giro false voci, foto sul suo conto.
-cyberbullismo o bullismo elettronico, dove il bullo invia messaggi alla vittima attraverso sms o in chat o la filma in momenti intimi e poi invia le sue immagini ad altri per diffamarlo o per minacciarlo.
Poi queste categorie sono talvolta divise in altri due gruppi:
-il bullismo diretto, di cui fanno parte le prime due categorie.
-il bullismo indiretto, di cui fanno parte invece le ultime due categorie.
Un’associazione ha condotto una ricerca su circa 2000 studenti delle scuole emiliane  di primo e di secondo grado.
Sul bullismo tradizionale quello indiretto é più frequente di quello diretto. Alcuni dati dicono che il 22% sono quelli che hanno subito, quindi le vittime, mentre il 23% é la percentuale dei bulli nel bullismo indiretto.
Altri dati dicono invece che delle percentuali molto alte di alunni hanno assistito ad atti di bullismo, per la precisione il 51% nel bullismo diretto e il 44% nel bullismo indiretto.
I dati per il cyberbullismo invece sono del 9% sia di bulli che di vittime attraverso il cellulare.
Mentre i dati attraverso internet sono il 7% di bulli e di vittime.
I principali canali di aggressione utilizzati per il cyberbullismo con il cellulare sono SMS e chiamate, mentre con Internet le modalità più frequenti di bullismo sono costituite da email, messaggi e chat.
Ci sono altri dati che dicono che più della metà (55%) dei bambini che hanno subito bullismo sono entrati in depressione in seguito; un terzo di essi ha compiuto atti di autolesionismo (35%) o ha pensato al suicidio (38%). Il sondaggio, effettuato su più di 2000 adulti e bambini di tutta Europa ha rivelato, in maniera preoccupante, che il 34% degli adulti pensano che il bullismo sia una “normale fase della crescita”, mentre un adulto su sei (16%) sostiene che esso viene considerato come qualcosa che “forma il carattere” dalla maggior parte delle persone nel loro paese.
Ho vagato un po’ in Internet per trovare delle storie di ragazzi vittime di bullismo e io ne ho trovata una che mi ha colpito davvero moltissimo. Questa ragazza canadese di 15 anni ha fatto  un video su YouTube per raccontare la sua storia a tutti, e due giorni dopo si é suicidata.
Vi lascio il link del video con i sottotitoli in italiano.
Poi ho trovato un’altro video che secondo me é davvero commovente e che vi voglio far vedere, solo che é in inglese e con i sottotitoli non l’ho trovato, però si capisce, almeno io la maggior parte l’ho capito. L’ho usato anche per esercitarmi un po’ in inglese.
Ecco il link
Secondo voi quali collegamenti possiamo fare con questo tema o anche con le storie che vi ho mostrato? Secondo voi abbiamo trattato questo argomento facendo dei lavori?? Quali sono?
Vittoria

Oggi voglio parlarvi della storia del simbolo della Pace più conosciuto nel mondo.

Il simbolo della Pace è inizialmente il simbolo della campagna inglese per il disarmo nucleare (essa è una campagna britannica che lotta contro l’uso delle armi atomiche, chimiche e biologiche). Questo simbolo è stato creato da Gerald Holtom, nel 1958, e in realtà questo simbolo è formato dalle lettere N e D nel codice dei segnali con bandier

Questo simbolo, quindi, fu utilizzato per la prima volta nella marcia di Aldermaston nel 1958 (in questa marcia i manifestanti bloccano l’accesso allo stabilimento delle armi nucleari).

Solo dopo 10 anni questo simbolo fu utilizzato come simbolo di pace.

Negli Stati Uniti, negli anni ’80 questo simbolo veniva anche utilizzato   per rappresentare l’ambientalismo, in particolare nella forma di imitazione della bandiera statunitense in veste blu e verde con il simbolo della pace al posto delle stelle.

Esistono interpretazioni diverse di questo simbolo:

  • Alcuni sostengono che le due linee inclinate corrispondono alla D che sta per “disarmo”, la linea verticale corrisponde alla lettera N che sta per “nucleare”, mentre il cerchio rappresenta la parola “globale”. Dunque il significato è Disarmo Nucleare Globale.
  • Deriva da due simboli storici cristiani: il cerchio esterno indica la terra mentre il disegno interno “piede della strega/zampa di corvo”, indica “DIO discende”:

Ho trovato alcune canzoni, che ne pensate?

IL MONDO CHE VORREI LAURA PAUSINI-MESSAGGIO DI PACE

– 164 – Michael Jackson – We Are The World (con traduzione in italiano)

Quest’ultima secondo me è anche un po’ una canzone d’amore ma mi piace il fatto che la cantante usa delle emozioni e dei momenti per far vedere che la pace sistema sempre tutto.

Pace – Arisa

Vittoria

Le attività del progetto Parlamento dello  stop day del 27 aprile sono dedicate al tema “mettersi nei panni degli altri” e a capire che cosaTesti da leggere 27 aprile Empatia-300x232 vuol dire cercare di capire le situazioni che vediamo intorno a noi in una prospettiva solidale e rispettosa, invece che ostile e giudicante.

Il prof leggerà alla classe 5 brevi testi. Ogni testo ci racconta la situazione di una persona che si trova in una condizione di svantaggio. Usiamo il termine “svantaggiato” per gli individui, o per un gruppo di persone, che non sono capaci di mantenersi, non sono autosufficienti e devono contare su un sostegno economico. Per questo sono poveri.

Esempi possono essere diversi, un immigrato o una persona con disabilità. Oppure una persona in condizione di svantaggio è una persona con una disabilità fisica o psichica, chepenalizza il suo inserimento nella società, limita le sue relazioni e la possibilità di avere una vita sociale felice. Le persone spesso sono “svantaggiate” perché la società tradizionale agisce in un modo da renderle tali. Queste persone e questi gruppi si vedono svantaggiati e spesso non hanno accessoalle cure, all’istruzione, all’informazione e al lavoro. Le persone svantaggiate spesso non riescono ad essere autonome, non si sentono rispettate dagli altri, perdono il contatto con gli altri e vivono isolate o in condizioni che le allontano ancora di più dal resto della società (gruppo di amici, compagni, colleghi, vicini, …).

L’attività da svolgere consiste nell’immaginare una storia, mettendosi nei panni di una persona “svantaggiata”, raccontarla agli altri e discutere insieme di ciò che emerge…

L’obiettivo è   allenare il nostro sguardo e la nostra capacità di comprendere le vicende degli altri per poter capire come essere solidali e superare eventuali barriere, giudizi, stereotipi, paure..

Per leggere i testi clicca qui.

Il 22 marzo di ogni anno gli Stati che siedono all’interno dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite sono invitate alla promozione dell’acqua promuovendo attività concrete nei loro rispettivi Paesi

L’acqua è essenziale per la salute umana, ogni giorno  ogni persona ha bisogno l’accesso all’acqua per bere, cucinare e l’igiene personale. L’acqua è essenziale per strutture sanitarie che non compromettono la salute o la dignità. L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda 7,5 litri pro capite al giorno soddisfa i requisiti della maggior parte delle persone la maggior parte sotto condizioni, l’acqua è ovunque.

Noi dobbiamo la vita all’acqua però nel mondo ci sono 2,5 miliardi di persone vivono ancora senz’acqua, ogni giorno il mondo occidentale ne consuma oltre 4 mila litri al giorno questa è l’acqua virtuale.

L’acqua che assumiamo ogni giorno non è solo quella dei famosi otto bicchieri che ci rendono più sani e più belli.Esiste anche un consumo idrico, che finisce nella nostra tavola  e molte persone non hanno la possibilità di bere e accedere a servizi sanitari dovuti alle malattie trasmesse a causa dell’acqua non sicura in media, circa 1.000 bambini muoiono ogni giorno.  La denuncia arriva dall’Unicef in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua. Secondo l’Unicef l’accesso all’acqua potabile è stato uno dei più grandi traguardi raggiunti tra gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio, ma per 748 milioni di persone ancora nel mondo, riuscire ad avere solo l’accesso a questi servizi di base resta una sfida.

Il consumo eccessivo di acqua virtuale non è creato solo dalla produzione di cibo, ma anche dal suo spreco. Ogni anno 1,3 miliardi tonnellate di cibo vengono sprecate (circa un terzo della produzione mondiale), con una conseguente perdita 250 chilometri cubi di acqua all’anno, una quantità pari a tre volte il volume del Lago di Ginevra.

1,2 miliardi di persone vivono in zone in cui i rubinetti, per chi li ha, restano spesso a secco questo succede perchè il 20% delle falde sono state sfruttate.

Rimarremo senza una goccia di acqua?

Dunque il rischio concreto è veder peggiorare un quadro che già oggi appare drammatico: 748 milioni di persone non hanno accesso a fonti di acqua potabile sicure, mentre 2,5 miliardi di persone non utilizzano strutture igienico sanitarie sicure. E anche nei paesi a reddito medio-alto di cui  circa il 75% degli alloggi collegati alla rete fognaria non sono trattati in maniera adeguata. Questi numeri rappresentano un rischio per il futuro, non una condanna. Il rapporto mostra l’esistenza di alternative possibili. In campo energetico l’Onu suggerisce di dare più spazio alle fonti rinnovabili in modo da ridurre la pressione sull’acqua. In agricoltura si tratta di utilizzare le tecniche che fanno scarso uso della chimica in modo da proteggere la qualità delle falde idriche e difendere la fertilità dei suoli (“il rilascio incontrollato di pesticidi e sostanze chimiche nei corsi d’acqua e il mancato trattamento delle acque reflue  –  un problema che riguarda il 90% delle acque reflue dei paesi in via di sviluppo – sono concause della situazione attuale”).Queste scelte di riconversione green sono convenienti anche dal punto di vista economico. Un investimento di un dollaro nella protezione dei bacini idrografici può consentire un risparmio compreso tra 7,5 e 200 dollari americani in costi per nuovi impianti di trattamento e di filtrazione dell’acqua, quindi avere la possibilità di bere, sfruttando l’acqua pulita e potabile anche a  usi igienici e sanitari.

Un video che mi ha colpita molto.

L'acqua… Un bene prezioso da tutelare…!wmv

  1. Che cosa pensate di questo video?
  2. Quale impressione vi ha dato la giornata dell’acqua?
  3. Cosa pensate della giornata dell’acqua?
  4. Secondo voi, avremo la possibilità di eliminare il problema della mancanza dell’acqua?Perchè?

Gloria

 

”NEL MONDO OCCIDENTALE SI CONSUMANO 4 MILA DI LITRI AL GIORNO NEI PAESI POVERI 0,500 ML’‘  

23 marzo 2015 giornata mondiale dell’acqua,il mondo si sveglia  altri ancora dormono ma molti non sanno che ogni 2 minuti nel solo continente Africano muore un bambino a cause di mancanza d’acqua, per questo che è stata istituita la giornata mondiale dell’acqua per cancellare questi inquetanti record che circondano il ventunesimo secolo.

Ma in questo giorno una città si sveglia con spirito di cambiamento , questa è la città di Milano che grazie alla Expo che si svolgerà in questa città (da 1 maggio 2015 -28 ottobre )ed è grazie all’esposizione universale che milano è stata  messa in evidenza per il WATER WORDL DAY,infatti nella città della nebbia si sono svolte attività per grandi e per piccoli, come  la mega azienda italiana Sanpellegrino che al Muba (MUSEO BAMBINI) a permesso di far riflettere i più piccini su la vera importanza dell’acqua, ma in particolare si è occupata della salvaguardia e lo spreco dell’acqua  e dello sviluppo sostenibile.

Tra le varie attività del Muba una a colpito in modo incisivo ai visitatori, era un piccolo mappa mondo blu gonfiabile che raffigurava in proporzione la terra e l’acqua e il ciclo dell’acqua.

In queste attività si e parlato del problema della scarsità delle acque dolci e lo sfruttamento eccessivo del popolo occidentale  verso i popoli  più poveri e, a questi ragazzi grazie alle attività che hanno dato molte idee a le famiglie presenti come non passare più di tot minuti in doccia, quando ci si lava i denti di chiudere il rubinetto o di usare una quantità ridotta di acqua per la cucina,io spero che la nuova generazione di ragazzi gli si riesca a far capire questi argomenti perchè sono argomenti difficili ma sono argomenti che servono al futuro perchè  i dati dati dicono se si va avanti così 15 generazioni di ragazzi africani verrano decimate e i pochi rimasti faranno una enorme fatica a raggiungere la mezza età,ed e per questo  che la nuova generazione deve donare una parte di 2 mila litri di acqua dolce che vengono sprecati solo dal vecchio continente , ma anche i paesi africani in via di sviluppo come (Sudafrica,Egitto,Tunisia ,Marocco) questi paesi con l’aiuto dell’occidente devono far alzare i minuti della morti così per riuscire ad creare un mondo più giusto per tutti i ragazzi,anziani che al giorno non riesco a bere un solo bicchiere d’acqua, ma io vorrei fare un appello a tutte le persone che di questo articolo non gliene interesserà più di tanto perchè  pensare a un mondo dove non ci siano guerre povertà,e mal nutrizione sia una questione vaga ma se voi genitori spiegate ai vostri figli l’importanza dell’acqua ma anche il rispetto per le persone che non riescono a ricevere per il mondo sarà una cosa meravigliosa  perchè far imparare a un bambino di 7 anni che l’acqua e un bene prezioso ed che un bene da salvaguardare e condividere con i più bisogno non credo che sia un atto di carità ma un atto di amore verso il prossimo, ma anche convincere un uomo in età adulta che sprecare l’acqua e una cosa vergogna , si perchè io mi vergognerei a buttare l’acqua della pasta quando quell’acqua può servire a salvare 5 bambini perchè con un semplice gesto si posso salvare mille vite .

In conclusione dico che venga fatto dalle potenze occidentali un decreto che tutta l’acqua che viene sprecata dai paesi più evoluti sia data alle enti dei paesi più in crisi nell’ambito idrico, perchè quei 2 mila litri di acqua dolce vengano non solo buttati nel lavandini ma dati a più bisognosi  magari grazie a questo questo mondo pieno di discordie venga cambiato dalle generazioni future e che ogni singolo essere vivente ambia l’acqua per dissetare lui e i suoi più cari perchè non si può chiamare un atto di beneficenza quello di buttarsi a dosso 1 litro d’acqua quando un bambino ogni 2 minuti muore per colpa della mancanza d’acqua dolce  questo si può chiamare atto di omicidio e un atto di sputo sulla carata dei diritti dell’umanita.

DANIEL BRIGIDA

EDTORS’TIME

giornata acqua 2015Che cosa sapete della giornata mondiale dell’acqua che si celebra il 22 marzo?

Immaginate di essere degli aspiranti giornalisti e che per giocarvi la vostra occasione di entrare nella redazione dei vostri sogni dobbiate scrivere un articolo di circa 30 righe sulla giornata mondiale dell’acqua e sulle iniziative che vengono realizzate a Milano.

Il vostro capo redattore – o quello per cui fareste carte false affinché vi desse un posto in redazione – vi ha dato carta bianca: può essere un articolo di cronaca o un testo informativo e argomentativo, con commenti e interviste…

Lui vuole il pezzo (l’articolo) per il 24 mattina al più tardi!

Potete pubblicare qui nei commenti o fare un articolo nella sezione di Editors Time o di Pianeta scuola: forgot password

 

 

 

Per ogni donna la prevenzione deve essere sinonimo di promozione del proprio benessere, della propria salute, ma anche della propria bellezza. Sono tante le iniziative che saranno realizzate in tutta Italia, durante il mese di ottobre.

A volte le malattie delle donne (come l’AIDS, HIV, tumore al seno e molte altre) sono causate dalle cattive condizioni di vita.

Ancora oggi uno dei problemi che ci si pone è quello della condizione della donna, non solo nei paesi del “terzo mondo”, ma anche in quelli occidentali e più industrializzati.

Che posizioni ha acquisito la donna nel tempo? Quali battaglie abbiamo dovuto affrontare per ottenere i nostri diritti e la parità con gli uomini? E poi vogliamo parlare delle condizioni delle bambine e delle donne nei paesi meno sviluppati? Dei diritti che stanno cercando di ottenere oramai da anni tramite innumerevoli manifestazioni e battaglie… come a loro volta fecero le donne occidentali!

Sin dal’antichità la donna era vista come un peso per l’uomo, un’oggetto, debole e inutile. Ma fortunatamente nel mondo occidentale non è più così!

Le donne hanno lottato duramente per secoli per ottenere diritti pari a quelli degli uomini.


Milioni di donne hanno perso la vita per dare a noi questi diritti, per farci vivere una realtà 

diversa da quella che hanno vissuto loro; eroine di un mondo troppo ignorante e incapace di capire che le persone, indipendentemente dal sesso, sono tutte uguali.

  • Voi cosa ne pensate? Perchè?
  • Avete mai letto degli articoli a riguardo?
  • A casa ne parlate?

Alessia e Gloria

Come stiamo vedendo in queste settimane c’è molto da dire sulle donne, i loro diritti, le opportunità a cui accedono, i riconoscimenti che ricevono o le discriminazioni e differenzazioni che subiscono oggi o che hanno subito nel passato. A volte la loro condizione cambia a seconda dei paesi e dei luoghi in cui si trovano, ma molte situazioni sono ricorrenti.

Scrivete qui se trovate articoli, testi, video per approfondire questo tema.

Per i video indicate il link. Se trovate testi potete copiarne alcune frasi importanti (citate la fonte però). Sempre commentate e spiegate perchè vi ha colpito quel testo o quel video e dite che cosa ne pensate!